Sostituire la Catena di Distribuzione

Descrizione
Arrivando alla fatidica soglia di 40/50000 km, bisogna pensare alla catena di distribuzione. Voglio astenermi dai sistemi di verifica come quelli proposti da Pegaso, sistemi anche vallidi, ma voglio addentrarmi nella sostituzione vera e propria di catena e pattini della medesima. NOTA MOLTO IMPORTANTE:queste operazioni NON sono adatte a coloro che non abbiano già acquisito un buona padronanza della meccanica e che non siano anche piuttosto precisi nei lavori d’officina!!! Un meccanico professionista chiede circa 450.000 lire per questo lavoro; la sola catena di distribuzione nuova costa circa 130.000 lire. Se fate male il lavoro, buttate via il motore!!! Non mi assumo alcuna responsabilità di quanto descrivo sotto; sono note molto utili per chi sappia già bene di cosa stiamo parlando ma potrebbero essere “letali” in mani inesperte: ciascuno é l’unico responsabile di quello che farà.
Come procedere:
per prima cosa vuotare tutto l’olio dal motore e serbatoio relativo. Il lavoro piu’ noioso consite nel levare il volano-magnete di accensione , lato cambio. Smontata la leva del cambio dal relativo alberino, possiamo levare le viti a brugola del carterino che ripara il lato SX del motore (poco oltre il pignone di uscita della catena). Io ho usato una pistola ad aria compressa ma tutti imetodi sono validi per levare il dado da 19 che tiene bloccato il volano magnete nella sua posizione. Fatto questo bisogna costruirsi l’estrattore descritto avanti in questo sito e, con una certa forza, bisogna poterlo estrarre dal’asse. A questo punto vedremo gia’ la parte bassa della catena di distribuzione agganciata ad u n pignonncino sull’albero motore(n.8). Ora se il vostro telaio vi consente di lavorare con liberta’ sulla testata del motore procedete pure in quella posizione(improbabile), se avete una 2KF, invece, dovete levare dal telaio il motore per poter smontare la testata…:( col motore nelle mani  si lavora “moolto”  meglio, pero’ :) quindi smontare marmitta, tubi di sfiato vari, carburatori e forcellone post. (inserite un perno nel forcellone per non perdere tutte le rondelle & Co.).

Ecco come il motore rimane “incastonato” nel telaio… Vista ai “Raggi X” lato distribuzione…

Vista d’insieme delle parti interessate

Ho raccolto degli schemi gratuiti sul sito MOTOFICHES ed ho modificato, cancellando parti ed aggiungendone altre, i disegni. Il risultato é questa veduta d’insieme della distribuzione (situazione DOPO aver levato il volano alternatore), in particolare definiremo:

1 Albero a cammes
2 Pignone dell’albero a cammes
3 Tendicatena
4 Pattino post.
5 Pattino ant.
6 Catena (parte) di distribuz.
7 Piede pattino post.
8 Pignone albero motore

Materiali di consumo necessari:
-pasta siliconica rossa tipo Loctite (vedere la sez. prodotti nel sito)
-catena nuova di distribuzione
-pattini guidacatena nuovi (se fossero consumati)
-guarnizione originale carter lato cambio (SX)

SMONTAGGIO
Togliere il cavo e la presa del contagiri Levare il motore dal telaio (allentare i fissaggi superiori e quelli posteriori, oltre al grosso perno del forcellone). Svitare le 16 viti a brugola del coperchio della testata, partendo dall’esterno e proseguendo verso il centro (segnatevi la loro posizione: sono diverse lunghezze). Portare il pistone al PMS (punto morto superiore) e verificare che tutte le valvole siano chiuse (fine compressione). Sollevare il coperchio valvole e riporlo da parte Svitare il tenditore della catena (3) e smontare tutto il suo insieme dal cilindro (anima, molla, cilindretto, ecc.) Sollevare e sfilare il pattino anteriore della catena (5) Allentare i 2 bulloni da 6mm (chiave 10mm) del pignone (2) sull’albero a camme (1) Se necessario, far girare il motore con l’ausilio del dado da 19 mm di chiave sull’albero motore. Levare il pignone dell’asse a camme e legare la catena con un pezzo di funicella di nylon. Mollare il bulloncino da 6mm (chiave 10) che tiene bloccato il pattino posteriore ed il deflettore dell’olio; sfilare il pattino posteriore DAL BASSO. A questo punto possiamo vedere bene la catena ed eventualmente sostituirla con una nuova (consigliato).
RIMONTAGGIO
Inserire la nuova catena partendo dal pignoncino sull’albero motore (n 8, in basso) Rimettere il pattino posteriore in posizione senza dimenticare di rimontare il deflettore d’olio in lamiera che s’inserisce tra i due rilievi nel carter e rimettere i 2 bulloncini da 6 mm (coppia max 0,8 Kgm). Far girare l’albero motore (usate la chiave da 19) per allineare il riferimento sull’ingranaggio (una piccola incisione rotonda che é allineata alla chiavetta di blocco del volano magnete, ved. lettera “B”) verso l’alto in linea con la freccina in rilievo sul carter (poco sopra a questo ingranaggio). Tendere un poco il lato anteriore della catena SENZA far girare l’albero motore ed inserirla anche nel pignone dell’asse a camme (mettetelo con il riferimento “tondo” verso l’alto). Allineare il foro (H) sul pignone dell’albero a camme e con la’ltro foro proprio dell’asse a camme. In pratica: tutti i “fori” di riferimento vanno in alto, verificando poi che una linea immaginaria (H-B) allinei tutti i compoenenti al loro riferimento; ulteriore riferimento sul pignone dell’asse a camme sono le due incisioni orizzontali (A-A) che con l’allineamento corretto dei componenti rimangono perfettamente parallele al piano di appoggio del coperchio valvole. Con tutto “allineato” così, mettere uno dei bulloncini che bloccano l’ingranaggio sull’asse a camme , girare un poco l’albero e mettere anche il 2° bulloncino (2 Kgm). Inserite il pattino della catena anteriore, l’estremità inferiore viene alloggiata in un “ansa” nella fusione del carter stesso. Fate girare il motore un paio di volte con la chiave da 19, verificate ancora che tutti i riferimenti siano allineati come descritto sopra col pistone al PMS. Se è tutto a posto (diversamente ripetete tutti i passi…) possiamo rimontare il tendicatena: tener premuto il dentino a molla del tenditore e spingere indietro (verso l’esterno del motore, per capirci)tutto il pezzo tenditore, fissare sul posto solo il “corpo” del tenditore (2 bulloni da 6 mm, 1 Kgm) e, solo dopo averlo fissato, rimettere la lunga molla che preme il tenditore contro il pattino della catena ed il bullone finale che spinge la vite in sede. Ricontrollare che gli allineamenti siano riamasti come prima. Pulire con la massima cura i bordi di coperchio valvole e testata, sgrassateli con acetone o dil. nitro, RAPIDAMENTE stendere un sottile cordolo di pasta siliconica (max 2 mm di larghezza) per tutto il perimetro del coperchio valvole ma anche sugli altri piani di appoggio riposizionare il coperchio valvole e le 16 viti che vanno serrate a 1 Kgm. Controllate il gioco delle valvole ed avrete quasi finito, basta rimontare ancora il volano alternatore e rimettere il carterino SX con la nuova guarnizione, rimontare la leva del cambio ed il motore é pronto per essere rimesso nel telaio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>